E’ la capacità di mettersi nei panni altrui soprattutto per quanto riguarda il sentire/percepire il vissuto emotivo dell’altro. Immedesimarsi nelle emozioni  (paura, amore, rabbia etc.) dell’altra persona senza giungere ad una completa identificazione, rimanendo adeguatamente presenti a sé stessi e riuscendo a gestire, nel contempo, le reciproche sensazioni ed emozioni. Essere empatici comporta: Dimostrare vicinanza e comprensione per i sentimenti che l’altro esprime Aprire il cuore all’ascolto privo di alcun giudizio o critica Manifestare una

Leggi

LA PSICOLOGIA DELLA NUTRIZIONE   Mangiare è un atto essenziale per vivere e come tale coinvolge molti aspetti della nostra vita quali scegliere i cibi adatti, prepararli, conservarli, stabilire dove mangiarli, quando e soprattutto con chi. Il cibo suscita pensieri positivi o negativi, emozioni anch’esse positive o meno. Tutti questi aspetti che fanno riferimento al cibo da un punto di vista cognitivo, emotivo o comportamentale costituiscono il contenuto della Psicologia della Nutrizione. La nutrizione non

Leggi

COS’E’ LA DEPRESSIONE  Soffrire di disturbo depressivo maggiore non significa semplicemente “essere tristi” o “giù di corda” ogni tanto, ma trovarsi in una condizione di persistente e severo abbattimento, al quale si è incapaci di reagire, indipendentemente dalla propria volontà e dalla presenza di persone che cercano di essere vicine e di trasmettere positività. Il DSM IV TR caratterizza il Disturbo Depressivo Maggiore come un “decorso clinico caratterizzato da uno o più Episodi Maggiori senza storia di episodi

Leggi

  Dopo aver scaricato e  letto l’ebook se vuoi compila e invia il questionario rispondendo alle domande di seguito, riceverai poi nel giro di pochi giorni un email feedback da parte dello studio psicologia roma:

Leggi

Scarica il nostro e-book per conoscere ed applicare delle tecniche base di bioenergetica, si tratta di esercizi psico-corporei che possono essere un valido aiuto nella gestione degli attacchi di panico. Scorrendo le pagine, oltre ad avere una descrizione dettagliata degli esercizi, potrai leggere delle nozioni importanti sulla tematica del panico in relazione alla sfera più ampia dei disturbi d’ansia. Leggerlo può esserti utile per affrontare i momenti di difficoltà profonda o quando senti che questi

Leggi

 LA FUNZIONE POSITIVA DELL’ANSIA L’ ANSIA è una reazione psico-fisiologica di allarme e di attivazione generale delle risorse sia fisiche che mentali dell’individuo di fronte ad eventi imminenti che vengono percepiti come minacciosi. L’ansia, entro certi limiti, è dunque: una potente componente adattiva dell’organismo all’ambiente esterno (ansia positiva). Funziona da richiamo per la nostra attenzione, nell’attesa di una minaccia e: acutizza i nostri sensi aumenta la memoria incrementa la tensione muscolare con la funzione naturale

Leggi

  CHE COS’E’ LA FOBIA SOCIALE La fobia sociale, è un disturbo d’ansia, caratterizzato da una paura eccessiva e persistente di una o più situazioni sociali. La paura di poter dire o fare qualcosa di umiliante, imbarazzante o criticabile procura un intenso e irragionevole disagio che va oltre la semplice timidezza. A causa di questo timore eccessivo, la persona tende ad evitare situazioni di vita quotidiana come andare a scuola o al lavoro, uscire la

Leggi

 CHE COS’E’ L’IPOCONDRIA L’ipocondria rientra nei disturbi di personalità somatoformi, ossia il soggetto esprime il disagio psichico attraverso il corpo (in greco soma). L’ipocondria è strettamente correlata con il disturbo d’ansia, la persona vive in uno stato di continua allerta e disagio che genera una notevole dose di angoscia e ansia. L’aspetto centrale dell’ IPOCONDRIA è costituito dalla: PAURA E PREOCCUPAZIONE DI AVERE UNA MALATTIA FISICA CHE INSORGE A CAUSA DI UN’ INTERPRETAZIONE SBAGLIATA O

Leggi

  Focalizzeremo ora un aspetto importante presente nelle crisi d’ansia e negli attacchi di panico, cioè l’ iperventilazione o eccesso di respirazione.   L’ iperventilazione, cioè il respirare con una frequenza e con profondità eccessive rispetto ai bisogni dell’organismo, porta ad avere nel sangue troppo ossigeno e troppa poca anidride carbonica. Le conseguenze sono:   restringimento di alcuni vasi sanguigni (quelli che portano il sangue al cervello) aumento del legame dell’emoglobina con l’ossigeno.   Ogni

Leggi